Le notti di Urano: eventi con la testa in cielo

Scrivere di sé stessi è uno dei compiti più ardui quando ci si siede dietro una tastiera, ma oggi sfodero e sfido la mia licenza media per farlo.

Bloggingwine è un piccolo salotto nato per raccontare le storie di amici, di talentuosi professionisti del settore enogastronomico pugliese, storie di prodotti, storie di luoghi e avventure di viaggio, ma dopo tanti racconti macinati in terza persona è arrivato il momento di utilizzare la prima persona plurale: Noi.
Noi siamo delle persone con la mania di fare molte cose, non ci fermiamo mai, non ci annoiamo mai. Viviamo ogni giorno rispettando la vita nella sua essenza più profonda, non dimentichiamo mai di dire grazie, non dimentichiamo di abbracciarci, non dimentichiamo mai di chiederci – l’un l’altro – “come stai?”.

Vi starete arrovellando sul perché sto vaneggiando e il motivo è che questo articolo altro non è che un documento di promozione per una piccola rassegna che cureremo questa estate. L’idea di abbandonare l’istituzionalità di un comunicato stampa mi è balenata ascoltando un’intervista di Concita de Gregorio in cui affermava che “Le cose quando accadono finisco di accadere, non cominciano”.
E allora l’intento è quello di promuovere questo progetto non dicendovi semplicemente “c’è un evento, venite”, ma raccontandovi perché esiste, com’è nato, chi è, che vuole.
Dovete sapere che alla premessa “siamo persone con la mania di fare molte cose” e il “non dimentichiamo mai di chiederci come stai?” segue la domanda che generalmente chiude i nostri convenevoli: “bé c’ima fa?”.

Il “bé c’ima fa” dell’estate 2019 si è insinuato già da un paio di mesi. Volevamo cercare di creare qualcosa che ci rispecchiasse, raccontarci attraverso degli appuntamenti, promuovere attività a “nostra immagine e somiglianza”.
Un pomeriggio di primavera io (la sottoscrittrice) e Graziana (la magic one di Walkingwine) ci siamo schiaffeggiate con delle proposte: mega concerti, feste sull’ipocondria, olimpiadi di wustel, salto con l’arco, arrampicata di Palazzo San Francesco e surf collinare. Rimaste ormai prive di forze per l’incredibile duello di proposte appena terminato ci siamo stese esauste sul piazzale di Villa Bagnardi.

Che spettacolo!
Il sole abbandonava il cielo, la luna lo rincorreva ammiccando, le stelle venivano fuori fiocamente, le nuvole passeggiavano ignorando tutti gli altri.
Camminiamo da secoli coi piedi saldi alla terra e volgiamo gli occhi e i pensieri al cielo. La volta celeste attrae e affascina sin dall’infanzia, il suo spazio infinito e misterioso è fonte di ispirazione di storie e leggende, le nuvole che lasciano predire sole e pioggia, le stelle che saldano le navi alla rotta, la luna – che col suo potere magnetico – influenza umori, mari, nascite, agricoltura, vino.
L’idea finale è venuta così: volevamo omaggiare Urano, volevamo omaggiare il cielo, vogliamo raccontare tutte le storie che esso contiene, ispira.

La rassegna (avviata grazie al prezioso sostegno di Michele Conte e Francesco Pecere, rispettivamente Presidente e Direttore del Museo di Ostuniha preso il nome di Le notti di Urano e sarà una serie di tre appuntamenti che celebreranno, ogni volta, una storia legata al firmamento:  San Giovanni (23 giugno), il solstizio in cui il sole sposa la luna; La luna (19 luglio), celebrazione dell’anniversario dello sbarco su di essa e Leonardo (28 agosto), celebrazione del genio italiano col sogno di volare.

Gli appuntamenti saranno ricchi di attività: dalle ore 19:00 di ogni incontro sarà possibile visitare il Parco di Santa Maria d’Agnano (luogo in cui si terrà l’intera rassegna) con le sue guide esperte, dalle ore 20:00 le attività di intrattenimento prenderanno il via con dei piccoli seminari tematici sul vino curati da Ilaria Oliva (membro della Fondazione Italiana Sommelier e instancabile penna di blogging.wine), a seguire sono previsti: per la Notte di San Giovanni (23/06) lo spettacolo “Alla moda del varietà” della compagnia barese UNO&trio – un divertentissimo spaccato sulla nostalgia del ‘900 – per la Notte della Luna (19/07) ospiteremo il progetto di BENTO un musicista di genere elettronico che realizzerà in esclusiva per noi una serata da ballare con i suoni dello spazio. La sua musica sarà accompagna da video proiezioni a tema astronomico che alternando scene di famosi film e immagini reali fornite dai satelliti danzeranno a ritmo del live set di Bento. A chiusura verrà mandato in onda il video originale dell’allunaggio dell’Apollo 11 del 20 luglio 1969. L’ultimo appuntamento (28 agosto) sarà allietato da uno spettacolo sulla vita di Leonardo Da Vinci (scritto sempre dalla sottoscrittrice e dal sempre socio Vittorio Continelli) e dalla musica di Vince Abbracciante.
Durante e a seguire tutte queste mirabolanti attività ci saranno le degustazioni enogastronomiche di Walkingwine.

Ecco, questo è quanto: siete tutti invitati a vivere la notte.
Ci vediamo domenica (23), Parco d’Agnano, dalle h.19:00.
info: sidera.associazione@gmail.com / +39  3292081502
(ticket degustazione di 10€) 

di Luana Giacovelli
(SIDERA)

banner_generico.png

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...