Porta Nova feat. Zin

Passionale, femminile, territoriale – così descrive l’essenza della sua cucina Erika Ciaccia, trent’anni e chef di uno tra i più rinomati ristoranti di Ostuni: Porta Nova.

L’abbinamento cibo-vino di oggi parte dalle sue mani e viaggia sulle tre ruote di WalkingWine, che alle Trofie di Erika abbina un Fiano del Corsorzio produttori Vini di Manduria.

La storia di Erika tra i fornelli affonda le radici nell’infanzia; nel 1989 papà Tonino decide di aprire un ristorante su una delle terrazze più suggestive della città bianca, quella del torrione della vecchia Porta Nova. Alla nascente azienda si aggrega repentinamente la famiglia: mamma Vittoriana, il figlio maggiore Mirko ed Erika che – legatissima al papà – non perde occasione per stare al suo passo e marcarlo in cucina. L’attitudine di Erika, palesatasi in tenera età, si consolida nel tempo in uno stage con Massimiliano Alajmo, il più giovane chef della storia ad aver ottenuto tre stelle Michelin. La sua carriera avanza veloce tra cucina e moda, sua seconda passione, trovando sfogo – da ultimo – nel programma tv Hell’s Kitchen, dove la chef si aggiudica un posto in finale.
Dal regno sul torrione ostunese, suo dominio dall’età di 18 anni, Erika propone per noi un piatto che racchiude l’essenza del territorio e del sapore di Porta Nova, un primo di trofie al nero di seppia con rape e seppioline, che WalkingWine accosta a Zin, Fiano 100% dalla personalità spiccata e struttura importante consigliato, dagli stessi produttori, come abbinamento a primi piatti a base di pesce.

L’abbinamento tra Fiano, pesce e rape racchiude il sapore di un sud dalla cucina in continua evoluzione ma che non si stacca, mai, dalla classica tradizione.

Vino:
Cantina Produttori Vini di Manduria
Vitigno: Fiano 100%
Sistemi di allevamento: Spalliera
Vinificazione: in bianco con termocondizionamento del processo fermentativo a 18° C.

Piatto:
Trofie al nero di seppia con rape, seppioline e pane fritto

Ingredienti:
Trofie al nero di seppia
Rape
Seppioline
Pan grattato fritto
Olio
Aglio
Alloro
Alici
Pomodorini
vino bianco

Procedimento:
Far bollire l’acqua e lessare le rape. Soffriggere aglio alloro e alici per qualche minuto sfumando con del vino bianco. Dopo aver scolato le rape, lessare le trofie nella stessa acqua di cottura. Aggiungere al soffritto le seppioline tagliate alla julienne e in successione le rape cotte e la pasta. Rifinire il piatto con una spolverata di pan grattato fritto.

di Luana Giacovelli
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...